28 dicembre 2016

Recensione • Dracula

Dracula di Bram Stoker
Casa editrice: Feltrinelli
Genere: Horror
Pagine: 535
Formato: Brossura
Prezzo: 11,90 euro

Il Natale è giunto al termine e tutti ci siamo abbuffati per bene. Devo dire che nei giorni più liberi mi sono abbuffata anche di letture, per lo più natalizie. Vi chiederete dunque cosa c'entri il romanzo horror per eccellenza con la festa più dolce e allegra dell'anno. Assolutamente niente! Semplicemente, davanti allo schermo, indecisa su quale romanzo recensire, mi sono accorta che non vi ho parlato della lettura diventata forse la mia preferita del 2016. Prima dunque di dare il benvenuto al 2017, vi lascio la recensione di "Dracula"di Bram Stoker (letto a fine novembre).

Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l'archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema. Ispirato alle figure storiche del principe romeno Vlad II detto Dracul ("il diavolo") e di suo figlio Vlad III, l'Impalatore, Dracula-Nosferatu (colui che non muore, il morto vivente) é un personaggio più che mai inquietante. Nel tratteggiarlo Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere. Da queste pagine si sprigiona così una magia che giunge fino alle soglie dell'incubo. Dracula rappresenta infatti in modo del tutto originale l'eterna vicenda della lotta tra il Bene e il Male, sullo sfondo di una storia che scaturisce direttamente dall'inconscio e, come tale, parla in termini che si impongono immediatamente alla fantasia di ciascuno di noi, per entrare nei nostri sogni più spaventosi. Né bastano esorcismi razionalistici a toglierle l'irresistibile suggestione, la possente ossessività che la pervade.

Una delle prime cose di cui mi sono resa conto fin dal primo capitolo e che mi ha colta impreparata, è che non conoscevo l'originale narrazione con protagonista il celebre Conte Dracula. Nella letteratura postuma il rubare qua e là qualche elemento dell'opera prima, ne ha ,volente o nolente, mutato il racconto (basti pensare che il celebre Van Helsing, vecchio professore di metafisica, nell'adattamento cinematografico del 2004 "Van Helsing",si trasforma nel giovane Hugh Jackman, cacciatore di mostri!).
Il romanzo di Stoker ha per protagonisti molteplici personaggi, che non solo muovono l'azione ma ne raccontano in prima persona le vicende, per mezzo di diari personali o lettere. Ci si trova dunque di fronte ad un romanzo formalmente diverso da ciò che ci si aspetta. Lo stile, sebbene arcaico, è comunque scorrevole, e questo grazie alla particolare struttura del testo.

Come dicevo, seguiamo le vicende, tramite vari punti di vista, di svariati personaggi. Il primo che incontriamo è Jonathan Harker, neo avvocato inglese che si reca in Transilvania, per occuparsi dell'acquisto di un'abitazione a Londra fatto dal Conte Dracula. Ospite del nobile transilvano si renderà ben presto conto che un mistero ne avvolge la figura già di primo acchito poco convenzionale. La narrazione poi si interrompe (devo dire sul più bello!) e, spostandosi a Londra, passa la palla ai punti di vista di Mina, fidanzata di Jonathan, Lucy, amica stretta della prima, John Seward, direttore di un manicomio e di Van Helsing. Inutile dire che la trama seguirà intrecci sempre più complessi..
Noterete che tra i narratori non ho citato Dracula stesso. Nonostante infatti dia il titolo al romanzo, non ne è protagonista. O meglio, impariamo a conoscerlo attraverso gli occhi dei personaggi principali, senza che egli prenda mai il sopravvento. Appare quasi di contorno, nonostante la vicenda ruoti attorno a lui.

Del romanzo di Stoker ho amato le atmosfere, le descrizioni che trascinano nella narrazione, senza appesantirla e i personaggi, soprattutto Van Helsing e Jonathan. Lo consiglio a tutti, soprattutto a coloro che non ne hanno mai letto e questo per conoscere a fondo il vero mistero che avvolge il Conte Dracula. Ne rimarrete di certo stupiti!

0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy 1 Template by Ipietoon Cute Blog Design