31 dicembre 2016

Recensione • L'inferno di Dante per tutti

L'inferno di Dante per tutti di Alberto Molino
Casa editrice: Menaresta
Genere: Non - Fiction
Formato: Brossura
Prezzo: 14,90 euro

Prima di salutare il 2016 e brindare all'anno che viene, vi lascio un ultima recensione. Il romanzo che vi porto oggi è speciale sotto due punti di vista: il primo è che ci troviamo di fronte ad una non - fiction, mentre il secondo è che è stato scritto da uno tra i miei più cari amici.
Per quanto riguarda il primo aspetto, vi troverete di fronte a contenuti del tutto nuovi! Mi spiego meglio. L'autore ha deciso infatti di parafrasare la prima cantica della Divina Commedia dantesca usufruendo di un linguaggio semplice ma efficace. Vi chiederete il perchè! La risposta sta nella complessità che spesso si rinviene nelle traduzioni proposte dai libri di scuola e Alberto, classe '95, ha voluto offrire il proprio personale apporto, rendendo l'opera dell'autore fiorentino più comprensibile.

La madre di tutte le opere letterarie, raccontata da un ragazzo poco più che quindicenne. Un amore nato per caso quello dell'autore, che mette in prosa il capolavoro di Dante, permettendone una facile comprensione a studenti e appassionati che si trovano, loro malgrado, a fare i conti con l'antico linguaggio dell'opera; poetico ed affascinante senza dubbio, ma anche ermetico e avaro nella comprensione per tutti i non addetti ai lavori. Nella traduzione letterale dell'autore è quasi come se il Sommo Poeta cingesse lo studente, accompagnandolo amorevolmente nei tremendi gironi infernali, raccontando l'opera in una prosa scorrevole ed attuale, tale da consentire una facile lettura ed una piena comprensione dei mirabili contenuti in essa espressi. Nella prima parte del poema, l'Inferno, l'autore avrà l'onore e il piacere di condurre con cura, a volte con ironia lo studente negli abissi più profondi, quasi volesse sostituirsi al grande Virgilio, guida per eccellenza.
Il romanzo è dunque una stesura in prosa dell'Inferno dantesco, pensata per chi, alle prime armi con la Divina Commedia, si approccia al Sommo Poeta con qualche complessità di traduzione. La narrazione, resa meno spinosa da un linguaggio lineare, si propone di rendere apprezzabile il capolavoro trecentesco al più vasto pubblico.
Ciò che colpisce positivamente è che la poesia acquista sfumature moderne, adattandola al momento storico attuale. Ci si trova in un tutt'uno con la narrazione. La prosa è dinamica e non appesantisce le vicende narrate, mantenendone i caratteri originari.
Giocando con un videogame ho iniziato ad interessarmi all'inferno dantesco. Più procedevo nell'avventura e più trovavo riferimenti alla storia raccontata da Dante. Avevo quindici anni quando mi sono ritrovato ad iniziare la lettura di quegli splendidi versi poetici. Sono rimasto ammaliato. Ma era complesso comprendere ogni passaggio. Il linguaggio utilizzato dallo scrittore era arcaico. Mi sono chiesto come sarebbe stato apprendere quel fantastico viaggio attraverso parole contemporanee.

 Da "Il Giorno", intervista del 7 gennaio 2014

Iniziato dunque tutto per gioco (e questo nel vero senso della parola!), diviene con il tempo una vera e propria passione, che culmina con la pubblicazione del romanzo. Un romanzo da leggere tutto d'un fiato, o da tenere accanto mentre si studia la Divina Commedia a mo' di aiuto.
Lo consiglio pertanto a chiunque. "La Divina Commedia" (una tra le mie opere preferite) è parte del nostro bagaglio e come tale è giusto che venga apprezzata e compresa da tutti.
Vi lascio il link alla pagina facebook dedicata interamente al romanzo: L'inferno di Dante per tutti su Facebook

0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy 1 Template by Ipietoon Cute Blog Design